Assistenza sanitaria integrativa

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

L’assistenza sanitaria integrativa rappresenta una forma di tutela che permette l’integrazione o sostituzione della sanità pubblica per quel che riguarda le prestazioni sanitarie e i servizi medico-sanitari, attraverso l’intervento dei fondi sanitari integrativi.

Caratteristiche

Può essere stipulata dal singolo in autonomia, oppure in forma collettiva se rientrante all’interno dei diritti previsti dai contratti collettivi nazionali del lavoro (CCNL), dagli albi professionali o dai contratti integrativi della singola azienda. In molti casi le prestazioni di assistenza sanitaria integrativa vengono offerte dal datore di lavoro come benefit verso tutti o una parte dei dipendenti.

Gli enti che erogano i servizi di sanità integrativa possono essere nella forma di assicurazioni sanitarie, fondi sanitari integrativi o casse e società di mutuo soccorso.

A seconda dell’ente erogante, la sanità integrativa offre la possibilità ai propri iscritti di ricevere un rimborso totale o parziale delle prestazioni medico-sanitarie erogate presso la propria struttura ospedaliera o ambulatoriale di fiducia.

Per quanto ci riguarda

Il 17 dicembre 2012 si è costituito tra ASSOGRAFICI, AIE, ANES, ASSOCARTA, UGL CHIMICI, SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM, ai sensi dell’Art. 36 del Codice Civile, il FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA “Salute Sempre” per il personale dipendente cui si applica il CCNL per i dipendenti delle aziende grafiche ed affini e delle aziende editoriali anche multimediali e (a partire dal 2014) il CCNL per le aziende esercenti l’industria della carta e cartone, della cellulosa, pasta legno, fibra vulcanizzata e presfibra e per le aziende cartotecniche e trasformatrici della carta.